giovedì 16 giugno 2016

Ultima apertura domenicale dello Speleovivarium Erwin Pichl

Per il ventiseiesimo anno consecutivo, lo Speleovivarium conclude il ciclo stagionale di aperture.  Domenica 19 Giugno 2016, con orario 10 – 12.30, la galleria antiaerea di via Guido Reni 2/c sarà aperta al pubblico. I visitatori potranno osservare, in ambienti perfettamente ricostruiti, alcuni degli elementi più significativi della fauna cavernicola, dell’evoluzione della speleologia e delle principali cavità artificiali.  Saranno effettuate visite guidate all’interno del tunnel antiaereo, con proiezioni dedicate al proteo e alla vita nel buio.  L'ingresso sarà gratuito.
Nel corso degli ultimi anni il museo è cresciuto il numero di visitatori, attratti dalla specificità delle esposizioni e dalla caratteristica ipogea di questo sito nascosto nelle viscere del colle di SanVito. La preziosa attenzione del Museo Civico di Storia Naturale ha fattivamente sostenuto le numerose attività avviate e promosse, e molte sono le persone che hanno collaborato nella realizzazione degli eventi culturali dedicati al Carso, alla natura, alla poesia, alla letteratura, alla musica e all’immagine reale e fantastica del sottosuolo e delle grotte.
E' proprio l’attività volontaria e gratuita dei soci della Società Adriatica di Speleologia che, con azione costante nel tempo, garantisce l’apertura al pubblico dell’ex rifugio antiaereo dedicato alla speleologia. La struttura, che si trova in linea con i percorsi museali cittadini, arricchisce l’offerta turistica della città di Trieste e favorisce gli approfondimenti didattici, lo studio, e la ricerca sulla fauna ipogea e sul proteo.
La sospensione delle aperture domenicali durante il periodo estivo è un percorso obbligato per mantenere inalterato il microclima della galleria di via Reni, evitando massicce incursioni di aria calda e per favorire le manutenzioni straordinarie degli impianti.

Il Museo Speleovivarium rimane comunque aperto su appuntamento durante tutto il periodo estivo telefonando ai numeri 349 1357631 o 348 7095141, lasciando un messaggio anche tramite WhatsApp, oppure prenotando via email a speleovivarium@email.it

Ultima uscita corso CA

Domenica scorsa si è svolta l'ultima uscita del corso SAS di avvicinamento alle cavità artificiali.
In realtà si è trattato del recupero della prima uscita rivolta all'acquedotto Teresiano, che è stata rimandata a causa della troppa acqua.
La giornata è andata per il meglio, con la partecipazione di quasi tutti gli allievi (l'uscita sarà comunque rifatta per gli assenti).
Di seguito pubblichiamo alcune belle immagini di Cludio Bratos - nostro gradito ospite - scattate nelle Gallerie Superiori del Teresiano.

lunedì 30 maggio 2016

Uscita corso CA

Continua l'attività della SAS. Ieri apertura Speleovivarium, discesa in grotta e seconda uscita del corso di avvicinamento alle cavità artificiali.
Bellissima giornata in buona compagnia, peccato la pioggia del pomeriggio.


sabato 28 maggio 2016

Equilibri nel parco

Martedì 31 maggio appuntamento al Mini Mu nella suggestiva cornice del Parco di San Giovanni con il tema EQUILIBRI NEL PARCO, per conoscere ed esplorare l'ambiente da diversi punti di vista. Prove di abilità, laboratori, emozioni, ci avvicineranno alle tematiche della quarantesima giornata mondiale dell'ambiente che ricorre ogni anno il 5 giugno.
La partecipazione è gratuita ed aperta a tutti con i seguenti orari: ore 10 - 12 per le scuole, ore 17 - 19 per bambini e famiglie ed ore 20 - 22 per osservare il crepuscolo e lo spegnersi dei rumori della città.
In vario modo ci si connetterà alla natura del parco che si intreccia con la storia e la vita di quel territorio.
L'equilibrio, i sensi,  il gesto, la parola ed il segno saranno i nostri strumenti esplorativi ed interpretativi, ma consigliamo di portarsi appresso anche una macchina fotografica.

EQUILIBRI NEL PARCO è coordinato dal Gruppo Immagine, con la partecipazione di associazione TerraSophia, Speleovivarium, Società Adriatica di Speleologia, Liceo Scientifico Galileo Galilei e in collaborazione con Museo Civico di Storia Naturale di Trieste, Provincia di Trieste, Parco delle Idee e si inserisce nel piu articolato programma del Comune di Trieste per la Giornata Mondiale dell'ambiente.

 

lunedì 23 maggio 2016

Intensa attività

Due settimane impegnative, ma di grandi soddisfazioni.
In questi pochi giorni, si sono susseguite tante iniziative con l'impegno di soci e simpatizzanti. Vediamo di riassumere, in maniera sintetica, cosa è stato fatto:

Mercoledì 11 maggio: Conferenza sul Timavo di Marco Restaino con l'Associazione Italia-Austria;
Giovedì 12 maggio: Prima lezione del Corso di Speleologia in CA;
Venerdì 13 maggio: Conferenza sulla Zanzara Tigre di Isabella Abbona, presso lo Spelevivarium;
Sabato 14 maggio: Accompagnamento di un gruppo di visitatori ai Sotterranei dei Gesuiti;
Lunedì 16 maggio: Concerto di Michele Veronese (musica irlandese) presso lo Speleovivarium;
Giovedì 19 maggio: Seconda lezione del Corso di Speleologia in CA presso lo Speleovivarum;
Venerdì 20 maggio: Prima giornata di partecipazione al Mini Maker Faire;
Sabato 21 maggio: Seconda giornata di partecipazione al Mini Maker Faire;
Domenica 22 maggio: Apertura al mattino dello Speleovivarium.
Domenica 22 maggio: Terza giornata di partecipazione al Mini Maker Faire;
Domenica 22 maggio: Prima uscita pratica del Corso di Speleologia in CA;
Domenica 22 maggio: Uscita di alleamento in grotta, alla voragine di San Lorenzo.
Domenica 22 maggio: 7° International Workshop on ice caves a Postumia, presentazione di Federica Papi, con visita alla Snežna Jama.

Segue un collage di immagini delle varie iniziative
(foto di C. Bratos, C. Duro, P. Guglia, A. Maizan, F. Papi, C. Ravasini)


lunedì 9 maggio 2016

Sotterranei di Trieste

Si ricorda che giovedì 12 maggio, alle ore 21:00, presso la sede sociale di via Rossetti n. 59/a, prende il via la terza edizione degli "Incontri di Speleologia in Cavità Artificiali".

Divulgate la notizia o, ancora meglio, partecipate al corso.
Una bella occasione per conoscere qualche aspetto inedito del sottosuolo artificiale triestino.


Vedi anche il post con notizie ed informazoni sul corso.

Conferenza sul Reka-Timavo

Il giorno 11 maggio 2016, alle ore 17, nella sala della biblioteca Stelio Crise in Largo Papa Giovanni XXIII n. 6 a Trieste, lo speleologo Marco Restaino  parlerà del  Fiume "Reka - Timavo". Illustrerà lo stato delle attuali conoscenze e la natura carsica del fiume oltre a parlare delle grotte già scoperte, e in corso di esplorazione che raggiungono il corso sotterraneo del fiume.  Si accennerà alle recenti scoperte effettuate da un'equipe di speleo sub francesi ed ai risultati di alcuni tracciamenti delle acque. Con l'occasione sarà proiettato il film documentario "Alla Ricerca del Fiume Nascosto" dell'esploratore e regista Tullio Bernabei targato National Geographic. L'incontro tematico è organizzato dalla sezione  del Friuli Venezia Giulia dell'associazione  Italia - Austria e  vede coinvolta la Società Adriatica di Speleologia in collaborazione con il Museo Civico di Storia Naturale. Ingresso gratuito fino ad esaurimento dei posti.


venerdì 6 maggio 2016

Zanzara tigre

Venerdì 13 maggio 2016, alle ore 18.30, si svolgerà un'altra interessante iniziativa allo Spelovivarium Erwin Pichl di via Reni n. 2c.
La dottoressa Isabella Abbona, dell'Azienda Sanitaria Universitaria Integrata di Trieste, parlerà sul grave problema delle zanzare tigre, evidenziando tutto quanto è indispensabile conoscere per evitare e prevenire ogni possibile problema.

Domenica 15 maggio, sempre allo Speleovivarium, si svolgerà invece l'evento "Zanzare Birichine", animazioni per bambini e famiglie, dalle ore 10 alle ore 12.

Tutte le iniziative sono organzzate in collaborazione con il Museo Civico di Storia Naturale di Trieste.

giovedì 5 maggio 2016

The Elfin Knight

Non solo temi scentifici allo Speleovivarium.
Per rallegrare il programma di incontri, nella serata di lunedì 16 maggio, alle ore 18:30, si terrà un concerto di musica barocca irlandese, con il maestro Michele Veronese, dal titolo "The Elfin Knight".
Suoni suggestivi in un ambiente singolare, dalle particolari sonorità.


domenica 1 maggio 2016

Terza edizione degli "Incontri di speleologia in CA"

Nuova iniziativa di avvicinamento ai sotterranei della città di Trieste

La Sezione di Speleologia Urbana della Società Adriatica di Speleologia organizza la terza edizione degli “INCONTRI DI SPELEOLOGIA IN CAVITA’ ARTIFICIALI” che si svolgeranno dal 7 al 28 maggio 2015.
L’iniziativa è rivolta a tutte le persone interessate, di qualsiasi età e sesso.
Gli INCONTRI, al fine di introdurre gli allievi a questa particolare disciplina, si articoleranno in quattro lezioni teoriche a cadenza settimanale (dalle ore 21:00), e di tre uscite pratiche in cavità alla domenica mattina.
Sono previste, per gli eventuali interessati, ulteriori visite ad altri sotterranei la domenica pomeriggio.

PROGRAMMA

Giovedì 12 maggio: Presentazione dell’iniziativa e introduzione alle cavità dell’acqua (presso la sede sociale);
Domenica 15 maggio: Visita di alcune opere sotterranee dell’acquedotto Teresiano;
Giovedì 19 maggio: Introduzione alle cavità militari (presso Speleovivarium);
Domenica 22 maggio: Visita di alcune cavità di origine militare;
Giovedì 26 maggio: Introduzione alle cavità storiche (presso i sotterranei dei Gesuiti);
Domenica 29 maggio: Uscita in una cavità mista del Carso;
Giovedì 2 giugno: Conclusioni, distribuzione degli attestati e bicchierata finale (presso la sede sociale).

ISCRIZIONE

La quota di iscrizione agli INCONTRI è di Euro 60 e comprende la quota associativa annuale alla società.
Per le uscite è necessario un abbigliamento adeguato (si consiglia una tuta da meccanico o vestiario sportivo e un paio di stivali di gomma al ginocchio), un casco di protezione ed una fonte di luce autonoma.
Per le iscrizioni rivolgersi al giovedì presso la sede di Via Rossetti 59/A dalle ore 21:00, muniti del modulo compilato. Per i minori di 18 anni è necessaria la firma di un genitore o di chi ne fa le veci.

PER INFORMAZIONI 

Ogni giovedì sera presso la sede di via Rossetti 59/A, dalle ore 21:00.
e-mail: info@sastrieste.it  -  gugliapa@tin.it



Scarica il volantino.

martedì 26 aprile 2016

Giochi di Scienze 2016

Anche quest'anno la SAS ha partecipato all'interessante iniziativa denominata Giochi di Scienze, svoltasi in data 19 aprile 2016.
Affrontando vari temi come la chimica, la matematica, la fisica e la geologia, il centro di Muggia è diventato un immenso laboratorio, che ha visto la partecipazione di più di ottocento ragazzi.
L'Adriatica ha portato i suoi materiali didatici ed ha parlato di speleologia, di adattamenti alla vita nelle condizioni estreme delle grotte e di idrologia casica.
Sembre bravo Edi e il suo team di collaboratori.


sabato 23 aprile 2016

Blog Reka-Timavo

La Società Adriatica di Speleologia si è sempre interessata a vari temi della speleologia, ma forse il più stimolante ed avvincente è stato quello legato al corso sotterraneo del fiume Timavo.
E' per questo motivo che presentiamo, con estremo piacere, un nuovo blog presente in rete, intitolato"REKA-TIMAVO. Ricerche, esplorazioni, notizie".
Queste pagine sono nate per raccogliere le notizie relative al fiume Reka-Timavo, affrontando temi di carattere scientifico (analisi delle acque, misurazioni delle portate, tracciamenti, ecc.), temi di carattere esplorativo (nuove grotte, scavi, immersioni, ecc.) e semplici notizie di fatti, avvenimenti e manifestazioni, quando pertinenti all'argomento.
Il blog è aperto a tutti. Non è il notiziario di un gruppo, ma uno spazio disponibile per chiunque voglia aggiungere un'informazione, condividendo con gli altri i risultati del proprio lavoro. Molto importante sarà anche il contributo degli amici d'oltre confine, in quanto un tratto del fiume sotterraneo scorre nella vicina Slovenia.

http://reka-timavo.blogspot.it/

Vai direttamente alle pagine del BLOG.


mercoledì 20 aprile 2016

Un libro sull'Europa

Sabato 16 aprile si è tenuta, presso lo Speleovivarium Ewin Pichl, la presentazione del libro "L'uomo che odiava l'Europa".
A farlo lo stesso autore, Fabio Mauri, con l'aiuto di immagini e letture proposte da Ariella Gracco e Daniela Abbona.
Si è trattato di un interessante viaggio in un possibile futuro, dove lo spirito europeo si frantuma in una realtà di divisioni e fratture, dove si interrompe il libero scambio di idee per sprofondare in una situazione di isolamento e chiusura fra paesi.
Forse si tratta di un panorama un po' pessimistico, ma alcuni recenti segnali dovrebbero indurci a ripensare al concetto dell'Europa che vogliamo.
Forse non molto numeroso il pubblico presente, ma estremamente interessanti e d'attualità i temi trattati.


lunedì 18 aprile 2016

TSE 2016

Per tutti gli interessati, è già on line il blog dedicato alle esplorazioni speleosubacquee del Timavo System Exploration 2016.
Nel mese di agosto ritorneranno a Trieste gli amici francesi e riprenderanno le immersioni al Pozzo dei Colombi e all'Abisso di Trebiciano. Per ora, stanno già fervendo i preparativi, sia di carattere burocratico che operativo.
Seguendo il blog sarà possibile rimanere informati, in tempo reale, sul progresso delle esplorazioni.

Trovate il blog al seguente indirizzo.

lunedì 11 aprile 2016

L'uomo che odiava l'Europa

Si parlerà di Europa sabato 16 aprile, alle 20.30, allo Spelovivarium Erwin Pichl, con la presentazione del romanzo di FABIO MAURI dal titolo "L’UOMO CHE ODIAVA L’EUROPA".
L’autore, eccezionalmente a Trieste il 15 e 16 aprile, incontrerà il pubblico in tre importanti appuntamenti per presentare questo romanzo di viaggio, amore e musica ambientato nell’europa del 2031. Una "storia Erasmus" in un’Europa ormai divisa, un racconto scorrevole, attuale, che senza polemiche e proposte induce riflessioni e desiderio di mettersi a viaggiare.
Le immagini raccolte dall’autore e le letture di Ariella Gracco e Daniela Abbona evocheranno l’esperienza e l’emozione del viaggio di Daniele, protagonista nel romanzo.
Saremo dunque trasportati dal racconto come in un trailer cinematografico. Una proposta nuova, coinvolgente e interattiva che si terrà a Trieste nelle seguenti sedi:

Venerdì 15 aprile, alle ore 19:00, al bar-libreria KNULP, via Madonna del Mare 7. Letture di Ariella Gracco;

Sabato 16 aprile, alle ore 18:00, presso GRUPPO IMMAGINE, nella sede PARCO DEI BAMBINI SAN GIOVANNI, via Weiss Edoardo 15, nella splendida cornice di Horti Tergestini. Letture di Ariella Gracco;

Sabato 16 aprile, alle ore 20:30, allo SPELEOVIVARIUM Erwin Pichl, via reni 2/c. Letture di Daniela Abbona.

Organizzazione curata dallo Spelovivarium – Società Adriatica di Speleologia, con la collaborazione del Gruppo Immagine e di Fabio's Room.
L’ingresso è gratuito fino ad esaurimento dei posti.
Informazioni www.sastrieste.it  www.lyra.net  www.knulp.org



Perché presentare un libro sull’Europa guardando al futuro e andando fuori dagli schemi classici della scienza?  La ragione si individua nell’evoluzione delle policy europee e delle conseguenti leggi europee e nazionali inerenti la protezione della natura. A molti di noi sono noti nomi come Zone di Protezione Speciale (ZPS), Zone di Protezione tipo C (SIC) o Siti Natura 2000, meglio noti come parchi naturali. Teniamo conto che la normativa nazionale è cresciuta di pari passo con la crescita dell’Unione Europea, in Italia come in altri paesi. Da qui preoccuparsi dell’evolversi del sistema europeo è un poco cercare di illuminare la prosecuzione del cammino, come uno speleologo che cerca di trovare la via nel buio del sottosuolo.
Il libro di Fabio Mauri si pone nella giusta dimensione del romanzo sospeso tra il passato delle introspezioni del protagonista ed il futuro immaginario di paesi diversi. Pertanto abbiamo colto al volo l’occasione della venuta dell'autore a Trieste per invitarlo a mostrare il prodotto della sua scrittura, un poco speleo, un poco immaginaria.
Una storia d'amore cominciata durante l'Erasmus riunisce, dopo oltre trent'anni, i destini di Daniele e Klàra. Nell'Europa del 2031, il viaggio e lo scambio culturale tra nazioni sono di fatto proibiti, internet è stata smembrata in tante sotto-reti isolate, la storia e la cultura sono state riscritte in chiave regionalistica. Solo gli Europeisti, un gruppo clandestino composto da persone con un passato internazionale e multietnico, lottano ancora per ristabilire la pace e l’unità del continente. In questo scenario da incubo Daniele, un Europeista disilluso che ha abbandonato la lotta in seguito a una grave ferita e si è costruito una vita comoda e relativamente tranquilla, dovrà rimettersi in viaggio: Klàra, il suo primo amore conosciuto durante il periodo di studi all'estero, lo convincerà ad attraversare l’Europa per rintracciare i vecchi amici Erasmus e condurli da lei per un ultimo saluto.


domenica 10 aprile 2016

Anniversario Lindner allo Speleovivarium

Si è svolta con successo la manifestazione oganizzata dallo Speleovivarium Erwin Pichl per celebrare il 175° anniversario della scopera del fiume Timavo nella Grotta di Trebiciano da parte di Anton Friedrich Lindner.
La presenza di molta gente, l'interesse dimostrato ed i riscontri positivi ricevuti permettono di affermare che la serata è perfettamente riuscita e che l'omaggio a Lindner - uno dei padri della speleologia moderna locale - ha raggiunto le nostre aspettative.

Molto positiva anche la divulgazione dell'evento presso i vari media che, cosa non sempre scontata, hanno riportato la notizia della manifestazione con la dovuta esattezza. A titolo di esempio presentiamo di seguito l'articolo di Francesco Cardella, pubblicato su Il Piccolo di data 7 aprile.    


lunedì 4 aprile 2016

Attività domenicali

Una domenica bella piena di azione. L'Adriatica è infatti riuscita ad organizzare varie attività nel recente fine settimana, che possono essere così riassunte:

Già sabato, nella mattinata, numerosi soci si sono riuniti presso la Stazione Sperimentale Ipogea dell'Abisso di Trebiciano per discutere sul protocollo operativo inerente le analisi della CO2 e dell'ossigeno nelle grotte, in vista della prossima campagna di acquisizione dati.
Sempre sabato mattina, un gruppo appartenente alla Società Friulana di Archeologia è stato accompagnato nella visita ai Sotterranei dei Gesuiti, sotto la chiesa di Santa Maria Maggiore.

Domenica, Paolo G., Paolo C., Marco, Enrico, Mauro e Michele, sono scesi nella grotta denominata MT11 in Slovenia, grazie all'ottima organizzazione dell'amico Claudio Bratos ed effettuando pure alcune analisi preliminari dell'aria;
Una seconda squadra, formata da Edi, Piero, Beppe, Luca, Francesca e Federica, con Marco Colombo, si è calata, invece, al Pozzo presso San Giovanni di Duino (n. 226 VG), per un reportage fotografico;
Infine, Roberto e Alberto hanno eseguito vari lavori di modifica delle attrezzature al Pozzo dei Colombi (n. 227 VG), in previsione delle prossime esplorazioni estive.

Se poi consideriamo la presenza di Sergio presso le strutture della Stazione Sperimentale di Trebiciano, l'apertura dello Speleovivarium e l'aiuto dato da un nostro socio ad un altro gruppo in occasione del loro Corso di Speleologia, la situazione è davvero notevole. Speriamo continui così.

Gruppo nella MT11 (Foto C. Bratos)
La grande caverna iniziale della Pečina v Zjatih (Foto P. Guglia)

Sono passati trent'anni

Ebbene si, sono passati trent'anni.
Ieri una squadra di speleo della SAS si è portata avanti nei lavori di sistemazione delle attrezzature al Pozzo dei Colombi, in vista delle esplorazioni di agosto con i sub francesi. Durante l'uscita è stato osservato che la targhetta fissata sulla trave di sostegno del cavo d'acciaio, utilizzato per calare i materiali all'interno della grotta, riportava la seguente scritta: "SOCIETA' ADRIATICA DI SPELEOLOGIA - AUTORIZZAZIONE COMUNALE 4/4/86 - PROT 524".
La data è inequivocabile. Oggi corre il trentesimo anniversario di quella installazione e delle prime immersioni dell'Adriatica al Pozzo de Colombi.
Un bel traguardo, che speriamo porti fortuna alle prossime esplorazioni estive.

 

mercoledì 30 marzo 2016

Lindner in scena allo Speleovivarium

Anton Friedrich Lindner. Una storia triestina di acqua, grotte e disavventure.

In occasione del 175° anniversario della scoperta della Grotta di Trebiciano, la Società Adriatica di Speleologia organizza un incontro intitolato “Anton Friedrich Lindner. Una storia triestina di acqua, grotte e disavventure”. In tale occasione, Paolo Guglia proporrà una presentazione multimediale relativa alla situazione di Trieste nella prima metà del 1800, con particolare riguardo all’approvvigionamento idrico della città e del Carso, e al mondo delle grotte. Si parlerà di Lindner, come uomo e come innovativo ricercatore, riportando informazioni legate alle sue indagini e alla sua più importante scoperta, senza escludere gli aspetti connessi al riconoscimento postumo del suo lavoro e dei relativi costi.
Si tratta di una vera e propria "storia triestina" di altri tempi, caratterizzata da diverse ambientazioni e protagonisti, grazie alla quale si cercherà di fare luce su uno dei padri della speleologia moderna. La vicenda legata alla scoperta della Grotta di Trebiciano è infatti considerata, nonostante l’epilogo amaro, uno dei capitoli più rilevanti della speleologia locale, disciplina che oggi risulta ben avviata ma che in quegli anni vedeva appena la luce, in un periodo dove le imprese di un uomo dipendevano più dalle sue reali capacità, che dalle poche attrezzature allora disponibili.

L’evento, proposto in collaborazione con il Museo civico di Storia Naturale, si terrà venerdì 8 aprile alle ore 18.30 presso lo Speleovivarium Erwin Pichl di via Reni 2/c. E’ garantito l’ingresso gratuito fino ad esaurimento dei posti.


Nel fiume della notte

"Nel fiume della notte", il nuovo libro di Pietro Spirito presentato a 329 metri di profondità Eventi a Trieste
Domenica 10 aprile, ore 9.30, la Società Adriatica di Speleologia, il Club Alpinistico Triestino, le Guide speleologiche del Friuli Venezia Giulia, Ediciclo Editore e l’Associazione Culturale Bottega Errante vi invitano negli abissi della terra, a 329 metri di profondità, per la presentazione del libro di Pietro Spirito

“Nel fiume della notte”

Un viaggio con l’autore, sul fondo dall’Abisso di Trebiciano (Carso Triestino), in una delle grotte più profonde dove il misterioso fiume Timavo, protagonista del libro, fa la sua apparizione.
Il “fiume della notte” è uno dei luoghi più affascinanti al mondo, da oltre due secoli oggetto di studi ed esplorazioni. Da Strabone a Virgilio e fino ai giorni nostri, il fiume fantasma non ha mai smesso
di alimentare storie, miti, leggende, religioni.
Dalle sue sorgenti, nei boschi della Croazia, fino alle risorgive e alle foci nel mare Adriatico, vicino Trieste, il suo percorso si snoda attraverso tre Stati: Croazia, Slovenia e Italia in gran parte sottoterra, facendo la sua comparsa sul fondo di alcuni fra gli abissi più profondi d’Europa, ma il suo sviluppo completo è a tutt’oggi ignoto.

COME PARTECIPARE
La partecipazione all’escursione è a numero chiuso (max 20 persone).
Il fondo dell’abisso si raggiunge tramite discesa lungo la Ferrata Adriatica, circa duecento metri di scale metalliche munite di cavo di sicurezza, da scendere e risalire contando solo sulle proprie forze. L’escursione è perciò riservata a persone di buona resistenza fisica in grado di affrontare l’equivalente di una via ferrata in montagna.
La temperatura nella grotta è costante, intorno ai 12°C. A seconda delle condizioni l’escursione dura 5/6 ore, compreso il tempo della presentazione del libro. I partecipanti saranno accompagnati da guide speleologiche professioniste.
Ritrovo nella piazzetta di Trebiciano (frazione carsica del comune di Trieste), da dove si raggiunge in 15 minuti a piedi l’ingresso della cavità.
La presentazione avverrà anche in caso di pioggia e sarà corredata dalla proiezione di immagini.